Partorire ed allattare non sono una necessità ma un rapporto di amore

A cura del Prof. Samuele Gabriele – Specialista in Neonatologia

Allattare al seno è il migliore investimento per la salute della mamma e quella del suo bambino.  Allattamento al seno precoce: il migliore inizio. L’allattamento al seno deve iniziare il prima possibile dopo il parto quando il bambino è sveglio ed il il riflesso della suzione è valido. Il neonato, circa due ore dopo la nascita, per lo più è stanco e, come la mamma, preferisce dormire invece che essere allattato; per tale motivo riteniamo indispensabile che il bambino si attacchi al seno nella prima ora dopo la nascita. Nei primi giorni dopo il parto come fare a capire se il latte materno è sufficiente. Controllare se il numero delle evacuazioni nelle 24 ore è superiore a 3 e le diuresi superiori a 5.

Durata dell’allattamento al seno. Almeno 6 mesi, meglio 1 anno, ancora meglio 2 anni. Ogni quanto tempo e per quanto bisogna attaccare al seno il lattante  Tutte le volte e per tutto il tempo che piace alla mamma L’allattamento al seno previene nel bambino il 72% delle affezioni delle basse vie respiratorie, il 23% dell’otite media, il 64% delle gastroenteriti, il 58% dell’enterite necrotizzante del pretermine, il 36% della morte improvvisa in culla, il 27%-42% delle allergie, fino al 52% delle malattia celiaca, 10%-20% leucemia e linfomi, il 15% obesità. L’allattamento al seno porta benefici alla mamma: riduce nel post partum perdite ematiche, l’incidenza della depressione ed il pericolo di maltrattamenti del bambino; facilita la perdita dei chili in più presi durante la gravidanza, riduce l’incidenza di artrite reumatoide e di accidenti cardio-vascolari dopo la menopausa, riduce del 23% l’incidenza di cancro del seno e dell’ovaio. Inoltre, circa 800.000 decessi infantili all’anno sono legati ad allattamento al seno scarso o poco corretto. I bambini che sono allattati al seno hanno 14 volte in più la probabilità di sopravvivere. Se vi fosse un “vaccino” (a costo 0, senza effetti collaterali e facilmente reperibile) capace di prevenire l’incidenza di tante malattie e la mortalità di 800.000 bambini all’anno tutte le nazioni lo userebbero. Questo “vaccino” esiste ed è il latte materno!

 

Lascia il tuo commento